Desde la maqueta en yeso de 50 cm

Hasta el monumento en bronce de 3 metros

“ ... e come si fa una scultura in bronzo ? ”

é una delle domande più correnti che mi fanno amici e frequentatori del mio studio. Il fatto é che dal modellato in argilla (o plastilina), alla scultura definitiva in bronzo, i passi sono molti e complicati, sia per spiegarli bene che per capirli. Siccome io credo piú alle cose che si vedono che non a quelle che si dicono, ho deciso di mettere insieme un po’ di fotografie relative agli stadi più importanti del lavoro. Spero che così sia chiaro.

Io avevo modellato una scultura in plastilina, relativamente piccola, di 50 cm. che avevo poi passato in gesso. Un certo cliente importantissimo mi chiese di ingrandirla fino a tre metri, in bronzo.

Qui sto riproducendo fotograficamente il procedimento di ingrandimento dai 50 cm. iniziali fino al momento finale della fusione in un bronzo di tre metri.

Puó darsi che qualcuno si entusiasmi e cerchi di fare una cosa simile da solo. E´ difficile ma non impossibile, perché tutto quello che adesso illustrerò si impara. Quello che non si impara è a fare bene un modellato, plastilina, creta, marmo o legno che sia. Questo è il vero lavoro dell’artista plastico. E ad essere artista plastico non si impara. Si nasce o non si nasce. E´un dono degli dei. Come l´orecchio musicale.

Cosicché... buona fortuna.
A. M.

Per ottenere questa scultura, sono state necessarie 5 statue.

1. Statua di 50 cm.( modellino)
2. Statua in creta di 3 metri.
3. Statua in gesso di 3 metri
4. Statua in cera
5. Statua in bronzo.

 

1. Modellato della statua in creta di 3 metri.

• Modellino di 50 cm. da ingrandire a 3 metri ( 6 volte ).

• Si costruiscono due “gabbie”: una di 50 cm. dove si colloca il modellino di 50 cm; e l´altra di 3 metri dove si costruirà la statua ingrandita 6 volte ( 1:6)

• Utilizzando sbarre di ferro da costruzione, si costruisce lo “scheletro” della statua riportandovi i punti del modellino nella proporzione di 1 a 6.


1


2

• Construito lo “scheletro”, lo si riempie con carta di giornale bagnata e si copre il tutto con una rete di ferro dove si comincia a collocare l´argilla. (FOTO 1)

(FOTO 2): Qui si osserva il modellato terminato. Altri eventuali ritocchi si faranno nell´originale in gesso.


3


Siguiente >

• Dopo il modellato, si collocano “separatori” di latta sottile. (A volte io uso lattine vuote di birra. Non importa la marca della birra). Poi si coprirà la statua di creta con del gesso per ottenere la negativa della scultura.

(FOTO 3): Separatori .